Ciao maschio

Autrice: Valeria Parrella

Edito da: La nave di Teseo

Collana: AsSaggi

Pubblicato nel 2009

Pag. 78

DESCRIZIONE DEL LIBRO

Una donna che ha superato i cinquant’anni si ritrova in una sola assurda notte ad aver a che fare con tutti gli uomini della sua vita. Incanto? Pazzia? Verità? Rappresentazioni della sua mente? Qualunque cosa essi siano ella vi arranca dietro, li istiga all’azione e alla reazione, invoca il loro ricordo o torna a combatterli ancora una volta. Gli uomini di ciao maschio sono fantasmi reali, capaci ancora di far male, anche se la loro lancia sembra spuntata e il loro artiglio addolcito dal tempo. Valeria Parrella crea un campo di lotta, dove lei e loro, gli uomini, superbi e ingenui contraltari, ingaggiano un corpo a corpo, senza esclusione di colpi, al netto della malinconia e dei bei ricordi, crudo e spietato. Ai maschi che ha avuto, non concede nulla più della nuda verità, perché nulla più della verità, lei, concede a se stessa. È tardi per altre generosità, è tempo di fare i conti e di arrivare al cuore delle cose, oltre che di se stessi.
“La mia vita intera: un metodo sperimentale per il quale non ho avuto poi il tempo di redigere una teoria.”

RECENSIONE

Amanti dei libri 📚, ciao!!!
Oggi vi parlo del libro di Valeria Parrella “Ciao maschio” edito da @lanavediteseo e composto da 55 pagine: un originale soliloquio scritto per il teatro…
“𝓝𝓸𝓷 𝓯𝓾𝓶𝓶𝓸 𝓼𝓫𝓪𝓰𝓵𝓲𝓪𝓽𝓲 𝓭𝓪 𝓼𝓸𝓵𝓲, 𝓵𝓸 𝓼𝓲𝓪𝓶𝓸 𝓼𝓽𝓪𝓽𝓲 𝓲𝓷𝓼𝓲𝓮𝓶𝓮. 𝓐 𝓸𝓰𝓷𝓾𝓷𝓸 𝓭𝓲 𝓿𝓸𝓲 𝓪𝓿𝓻𝓮𝓲 𝓹𝓮𝓻𝓭𝓸𝓷𝓪𝓽𝓸 𝓺𝓾𝓮𝓵𝓵𝓪 𝓶𝓪𝓷𝓬𝓪𝓷𝔃𝓪 𝓮 𝓺𝓾𝓮𝓵𝓵𝓪 𝓭𝓮𝓫𝓸𝓵𝓮𝔃𝔃𝓪 𝓬𝓱𝓮 è 𝓭𝓲𝓿𝓮𝓷𝓽𝓪𝓽𝓪 𝓵’𝓪𝓫𝓲𝓼𝓼𝓸 𝓷𝓮𝓵 𝓺𝓾𝓪𝓵𝓮 𝓬𝓲 𝓼𝓲𝓪𝓶𝓸 𝓹𝓮𝓻𝓼𝓲”.
Sarà mai possibile affrontare in una notte gli uomini che appartengono al proprio passato?
Questo è il filo conduttore di “Ciao maschio”…
Questo è ciò che una cinquant’enne si ritrova a fare nel buio di una notte qualunque, una notte in cui si ritrova a dialogare con gli uomini che hanno attraversato la sua vita. Ciascuno ha lasciato un segno, una ferita, un vuoto che fa male, di cui patisce l’assenza o la mancata comprensione.

È uno scontro duro, mentale e sentimentale fatto di ricordi che non passano e che fanno soffrire… è la lotta di una donna che cerca di superare il dolore, di superare il passato e di ritrovare se stessa in modo nuovo.


➡️Intenso, profondo e per niente banale!

Roberta Salis

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina