Io sono Gordon Bloom

Recensione #collaborazione con Francesco Cariti che ringrazio per la copia del libro e per la fiducia accordatami, grazie a Ginevra @blugin e l’agenzia letteraria @scritturaatuttotondo per avermi contattata e per la bella proposta di lettura!

 

 

Autore: Francesco Cariti

Edito da Scrittura a tutto tondo

Pubblicato nel maggio 2021

Genere: Crime

 

DESCRIZIONE DEL LIBRO

Cosa spinge il figlio di due genitori modello a trasformarsi in un criminale senza scrupoli? Ma è davvero una trasformazione? Forse no. Forse il destino di ognuno di noi è segnato dalla nascita, e non c’è molto che possiamo fare per cambiarlo.

Dal carcere di massima sicurezza di Cedar Junction, Massachusetts, Gordon Bloom ci narra la sua incredibile storia. Sta scontando la pena di tre ergastoli per un’impressionante serie di delitti. Tutto è nato da una menzogna che ha raccontato quando era un ambizioso mercante d’arte. Da quella scintilla è nato un rogo. Un crimine ne ha generato un altro, poi un altro, un altro ancora, e Gordon si è ritrovato a inscenare una fuga rocambolesca per tutti gli Stati Uniti, inseguito dalla polizia, dall’FBI, dalla criminalità organizzata, dai cacciatori di taglie e dai giornalisti televisivi. Si è persino infiltrato in un campo di addestramento di suprematisti bianchi, assoggettandosi ai loro fanatici rituali e partecipando ai loro comizi farneticanti.

Eppure, Gordon non è pentito di quel che ha fatto. Perché non si può sfuggire alla propria natura, secondo lui. Il vero crimine è assoggettarsi alle regole imposte dalla società.

Un romanzo ricco di situazioni drammatiche ma anche pervaso di un cinico umorismo, che vi terrà incollati alle pagine, dalle prime righe all’inevitabile epilogo.

 

RECENSIONE

 

Carissimi Amanti dei libri,

oggi vi parlo del libro scritto da Francesco Cariti, “Io sono Gordon Bloom”… so che aspettavate che ve lo presentassi! Sicuri di voler conoscere Mister Bloom? Prendetevi le vostre responsabilità, io inizio…

Gordon Bloom è figlio di due genitori onesti e rispettabili che amano la propria famiglia, si prendono cura soprattutto dei due figli. Gordon infatti ha una sorella che non smetterà mai di amarlo, nemmeno quando lui ignorerà la sua esistenza.

Ma torniamo a parlare di Gordon… Sin da ragazzo non ama lo studio, preferisce la vita facile fatta di guadagni facili, serate nei locali e belle donne. La malattia della sorella lo vedrà ricattare la famiglia e questo sarà solo l’inizio del suo mostrare chi è veramente.

Chi è dunque Gordon Bloom? L’uomo che non vorreste mai incontrare nella vita.

Un uomo che vuole essere invidiato, adorato, uno spirito anaffettivo, sociopatico, non immorale ma amorale… Un uomo che non ha interesse per nessuno tranne per se stesso e per quello che gli fa ottenere ciò che vuole: successo, donne, facili guadagni. A lui piace che parlino di lui e gli piace che comunque se ne parli, l’importante è che acquisti fama.

È lui, che dal carcere, ci narra la sua storia che inizia dopo aver raccontato qualcosa della sua famiglia… Naturalmente non è colpa sua se è finito in carcere, in fondo, una piccola bugia detta per arricchirsi e truffare due persone ha determinato una serie di eventi incontrollabili e qualcuno…

Sì, qualcuno ha dovuto ucciderlo, perché Gordon Bloom è sicuro di farla franca, si sente il più grande di tutti e dunque non importa se deve far cadere qualche pedina, lui sa bene come uscirne pulito da qualunque situazione…

Peccato non abbia calcolato che, il caso dell’omicidio del pittore che ha truffato e che ha dovuto uccidere, finisse nelle mani del Tenente Vincent Primey, detective della squadra omicidi, prossimo alla pensione e uomo dai toni serafici in qualunque circostanza.

Primey è esattamente l’opposto di Bloom!

Mi sono accorta che vi ho raccontato poco di ciò che ha portato Gordon Bloom a dover scontare tre ergastoli… non posso privarvi del bello del libro, non posso rivelarvi informazioni che possano farvi immaginare qualcosa.

No. Il libro lo dovete leggere per forza, ma attenzione! Una volta che inizierete, sarete costretti ad arrivare fino alla fine e non so se vi piacerà leggere qualcosa che vi riguarda personalmente… Io non posso dire nient’altro. Ciò che so è che Gordon Bloom non mi lascia vivere tranquilla, la sua ombra torna tra i miei pensieri e chissà… forse un po’ di lui è davvero anche in me!

Buona lettura e preparatevi ad avere un nuovo genio del crime nel cuore…

Gordon Bloom non si dimentica!

Una lettura che ho amato, che mi ha fatto sentire come se fossi dentro ad un film, che non risparmia colpi di scena, che non vi lascerà in pace e che vi regalerà anche qualche sorriso. Consigliatissimo!

Roberta Salis

 

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina