La coppia perfetta

Autrice: B.A. Paris

Traduttore: Francesco Graziosi

Edito da TEA

Pubblicato nel marzo 2020

Pag. 342

 

 

DESCRIZIONE DEL LIBRO

Jack: affascinante, avvocato di successo, marito innamorato Grace: elegante, moglie impeccabile, in pericolo… Jack e Grace Angel sembrano la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Impossibile però conoscere meglio Grace, anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e non esce mai senza Jack al proprio fianco. Potrebbe essere il classico comportamento degli sposi novelli, ma qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi ad esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace abbia lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponda mai nemmeno al telefono di casa, perché ci siano delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta…

 

 

 

RECENSIONE

Si può restare senza fiato leggendo un thriller?

Tra presente e passato, qual è la realtà?

Tutti vorremmo un matrimonio perfetto! Sarà vero che esiste?

 

Carissimi Amanti dei libri,

oggi thriller! Uno di quei libri che definirei “Wow!” e che ha scatenato in me una marea di sentimenti contrastanti, come se stessi volando tra le stelle e precipitando in un abisso continuamente… una montagna russa di emozioni.

“La coppia perfetta” di B.A. Paris è davvero uno dei thriller che più ho apprezzato!

Quante volte abbiamo sognato un matrimonio perfetto, una persona al nostro fianco che si prende cura di noi e non ci fa mancare nulla, una casa meravigliosa, una vita agiata e vacanze in luoghi lontani?

I protagonisti di questo romanzo sono Jack e Grace: innamorati, complici, apprezzati per il loro stile di vita, per quelle cene attente ad ogni dettaglio, stimati per tutto ciò che possono permettersi ma soprattutto per il loro sostenersi reciprocamente.

Jack e Grace sono la coppia perfetta, quella che tutti invidiano un po’.

Sono giovani, belli, alla ricerca del loro primo figlio, con una casa ben curata sempre aperta ad amici e colleghi dove Grace si distingue per il buon gusto e la capacità culinaria che stupisce sempre gli invitati. Tra l’altro è Jack a proporre il menù e con amore Grace fa il possibile per deliziare tutti, il marito in primis.

Grace ha lasciato il suo lavoro per fare la moglie e occuparsi della casa. Pensa Jack a lavorare e a guadagnare abbastanza per entrambi, lui è un avvocato molto conosciuto, stimato, un tipo che non ha mai perso una causa e mai la perderà. Lui prende molto a cuore e il suo lavoro che lo porta ad aiutare persone indifese e vittime di violenza. È un uomo davvero adorabile!

Grace ha una sorella a cui vuole molto bene, Millie, che è affetta dalla sindrome di Down. Questa caratteristica in passato ha rovinato molte relazioni sentimentali di Grace, ma non succede con Jack. Jack è diverso e vuole bene a Millie e non vede l’ora che si trasferisca a vivere con loro. Questo amore di Jack per Millie fa innamorare Grace sempre di più, non poteva desidera un uomo migliore.

Non posso rivelarvi troppo, non posso rischiare di svelarvi il bello dell’abisso in cui vi troverete a sprofondare… Saranno pagine ad alta tensione, per me lo sono state!

Un romanzo che mi ha lasciato senza fiato. Tra passato e presente, luci e ombre, realtà e desiderio, l’autrice ha la capacità di sconvolgere, di far sentire prigionieri, di non avere scampo…

Un romanzo dove la componente psicologica è forte, dove si assiste impassibili alla prepotenza di chi gioca a fare il carnefice e alla disperazione della vittima, dove sembra non esserci nessuna via d’uscita. Che dire? B.A. Paris è geniale, costruisce una trama capace di snervare, travolgere e sconvolgere perché la mente umana, anche quella più dedita al bene spesso nasconde l’oscurità più insondabile…

Resterete avvinghiati alle pagine, non potrete fare altro che leggere, ciò che fa pensare è che una vicenda fittizia ricalchi benissimo storie reali ben note perché ascoltate nei vari notiziari, ciò che sembra assurdo non lo è, anzi, spesso è più reale di quanto possiamo immaginare!

Roberta Salis

 

 

 

 

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina