Testimone silenziosa

Autrice: Holly Seddon

Traduttrice: Francesca Campisi

Edito da Newton Compton Editori

Collana: Nuova narrativa Newton

Pubblicato nel settembre 2018

Pag. 380

 

 

DESCRIZIONE DEL LIBRO

Il caso Amy Stevenson fece scalpore nel 1995. La ragazza, all’epoca quindicenne, scomparve nel tragitto da scuola a casa e fu ritrovata, giorni dopo, mezza morta. La foto del suo viso angelico venne affissa a ogni angolo di strada, trasmessa per giorni e giorni da tutti i notiziari, ma nessun testimone si fece avanti e l’aggressore non fu mai identificato. Quindici anni dopo, Amy è ancora viva, in un letto d’ospedale, circondata da poster di celebrità degli anni ’90 e dimenticata ormai dal resto del mondo. Finché nella sua stanza non entra la giornalista Alex Dale, impegnata in un’inchiesta sulle condizioni dei pazienti in stato vegetativo. Alex e Amy sono cresciute nella stessa periferia, hanno ascoltato la stessa musica, flirtato con gli stessi ragazzi… Alex non può fare a meno di sentirsi coinvolta e, nella speranza di poter finalmente emergere dall’inferno personale in cui è piombata da qualche tempo, inizia a indagare su quel caso mai risolto. Ma scavare nel passato potrebbe rivelarsi più pericoloso del previsto, soprattutto quando non è più possibile tornare indietro…

 

 

RECENSIONE

Carissimi Amanti dei libri,

oggi vi presento un thriller che mi ha conquistata, che inizierete e non smetterete di leggere perché la curiosità vi divorerà! Pagina dopo pagina, troverete dettagli che stuzzicheranno la voglia di andare avanti…

Ma andiamo con ordine!

L’autrice del thriller è Holly Seddon, nel suo libro “Testimone silenziosa” intreccia molte vite ma la protagonista principale è Amy, ragazzina spensierata con un fidanzatino a cui vuole bene e con un grande segreto, un segreto che le costerà quasi la vita o meglio, le ruberà la vita. È il 1995 quando  Amy scompare e viene ritrovata in fin di vita.

Dopo molti anni, Amy viene, quasi per caso, notata da una giornalista sull’orlo del fallimento personale e professionale ma… la giovane Amy ora è in stato vegetativo. Non comunica verbalmente, il suo corpo resta immobile come se fosse una bambola, eppure i medici sono sicuri che Amy, da qualche parte nella sua mente sia ancora presente e che aspetti solo di uscire…

Alex Dale, la giornalista, ricorda quella ragazzina sparita nel nulla e cercata da tutti, con quel viso angelico, con la sua stessa età, cresciuta nella stessa città. Decide di indagare. Non ha più niente da perdere. Vuole dare un volto a chi ha privato Amy della gioia della vita…

Ma può una giornalista alcolizzata scoprire la verità? Chi mai le crederà?

L’alcool la divora, ha perso il lavoro, come freelance è una frana, il marito la lascia e si rifà una vita. Cosa vuole dimostrare, perché non lascia perdere tutto?

E poi dopo tanti anni, si potrà ancora scoprire chi ha ridotto Amy in questo stato se tutti avevano un alibi?

No, Alex Dale non si arrende e indaga, non potrà più tornare indietro…

Non aspettatevi scene cruente o colpi di scena da brivido. Non sarà certo un thriller indimenticabile ma un pensierino lo farei. Da leggere!

Roberta Salis

 

 

 

 

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina