Zelda & Francis Scott Fitzgerald

Carissimi Amanti dei libri,

il nuovo volume della collana “Amori eterni” ci regala la storia di una coppia fuori dal comune, fuori dai canoni e forse, come si dice di alcune persone un po’ bizzarre, fuori di testa… un po’ come tutti gli artisti e i letterati che vivono la loro “normalità” a volte difficile da comprendere. Una cosa è certa sono riusciti ad entrare nel mito come pochi!

Vi ho incuriositi un po’? Era il mio scopo e volutamente non vi ho ancora detto che, oggi, parliamo di Zelda e Francis Scott Fitzgerald! Proprio loro!

Si conobbero che erano molto giovani ad una festa in Alabama, Zelda aveva diciotto anni mentre Francis era più grande di qualche anno ed era luogotenente di fanteria a Camp Sheridan. Fu proprio a questo incontro che Fitzgerald si ispirò per scrivere uno dei libri più conosciuti nel mondo della letteratura: Il grande Gatsby.

Erano giovani, belli, brillanti, amanti del divertimento e vivevano con l’acceleratore al massimo, sapevano godersi la vita e rischiavano anche di sperperare i loro guadagni in feste e divertimenti di ogni tipo! Bevevano fio a stordirsi e non sempre facevano cose lecite o che rientrano nei canoni del buon comportamento… e questo già fa capire tante cose.

Infatti, dietro a questa maschera di voglia di vita e divertimento si celava il loro vero volto, ben diverso dalla realtà: erano profondamente infelici, innamorati, sì… ma con un malessere interiore che li accompagnerà fino alla fine dei loro giorni!

Volevano vivere da eterni giovani… ma dovettero fare i conti con la realtà della vita che spesso non lascia scampo.

La malattia mentale irruppe prepotente nelle loro vite… e da qui ogni luce si spegne, il divertimento finisce, la vita spericolata diventa una lotta alla sopravvivenza per evitare la tragedia dell’esistenza.

Una cosa è certa, nonostante il declino che li rese il fantasma di loro stessi… continuarono ad amarsi, nonostante tutto!

Una coppia con un amore, a volte, tossico che ha scritto la storia… forse una storia molto vicina a quella di tante famiglie. La malattia mentale è spesso un aspetto poco trattato e di cui non si parla ma Zelda e Francis Scott Fitzgerald hanno messo in luce questo aspetto che li rende incredibilmente umani e simili a tanti!

Roberta Salis

 

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina