C’è sempre un modo in Amore

Recensione #collaborazione con Alessandro Crescenzio, fondatore di @psycool.it che ringrazio per la copia del libro e per la fiducia accordatami!

 

DESCRIZIONE DEL LIBRO

L’amore è un concetto astratto, difficile da definire. Nel libro distingueremo l’amore perfetto da quello reale, come scegliamo il partner e quali principi stanno alla base dell’amore maturo. Inizieremo partendo dall’innamoramento, una tempesta biochimica, cosa succede se l’amore non viene corrisposto, come capire se è l’amore della nostra vita e come lasciarsi trasportare. Passeremo poi rapporto di coppia vero e proprio, quali sono i consigli per una sana relazione, come evitare di cadere nella dipendenza affettiva e nelle trappole della gelosia. Ci immergeremo poi nel lato crudo dell’amore, quali sono i motivi delle crisi più frequenti, come la noia e il disincanto, come accorgerci se siamo intrappolati in un amore tossico e come liberarci dai narcisisti. Tratteremo il momento più difficile: la fine dell’amore, di quali rapporti avere con l’ex, come prepararci a rinascere e dell’amore per noi stessi. Sì, perché l’amore ha tante sfumature, non è solo condiviso, nasce dentro di noi. Spero che questo viaggio vi piacerà, in quanto psicologo ho tentato di mantenere un punto di vista distaccato nel trattare certe tematiche, penso di esserci riuscito per larghi tratti ma non ho mai creduto di riuscirci fino in fondo. Meglio così, spero di lasciarvi una parte di me in questo piccolo tragitto che faremo insieme.

 

 

RECENSIONE

Aaah l’Amore… quello con la “A” maiuscola…

Chissà quante volte ne abbiamo parlato e quante volte ci siamo ritrovati a sognarlo, a parlarne e quante volte abbiamo sofferto per quello che credevamo amore e si è rivelato un fuoco fatuo.

Tutti noi sappiamo quanto sia difficile definire l’amore ma quanto, allo stesso tempo aneliamo ad esso, perché, diciamocelo chiaramente, la società ci impone che per essere felici dobbiamo amare qualcuno ed essere amati. Se al nostro fianco non c’è nessuno, siamo definiti degli sfigati!

 

Carissimi amanti dei libri,

ho avuto il piacere di leggere il libro di Alessandro Crescenzio “C’è sempre un modo in amore” e oggi, desidero regalarvi le mie impressioni.

L’Amore è l’offerta di se stessi senza dimenticarci del nostro essere, non ha pregiudizi, si alimenta nella fiducia e non conosce genere, età, colore o lingua.

Quando regna la paura, non c’è amore!

Quando c’è dipendenza, non c’è amore!

Quando c’è manipolazione non c’è amore!

Quando c’è violenza, di qualunque tipo, l’amore non esiste!

Il libro ci guida, come se ci prendesse per mano, in un viaggio nelle fasi dell’amore: dall’innamoramento alla formazione della coppia, dai passi per custodire l’amore fino alla fine della relazione, nel caso in cui dovesse avvenire…

Ho trovato molto interessanti anche i consigli attinenti al rapporto con gli ex, argomento spinoso ma che credo sia importantissimo non trascurare per il benessere della persona.

Innamorarsi mette in moto tutta una serie di processi che influenzano il nostro corpo nella sfera psicofisica… quando siamo innamorati, il partner diventa ai nostri occhi, il prototipo della perfezione e in lui/lei riponiamo tutte le nostre aspettative come se ci dovesse salvare dalle nostre ferite, dalle nostre insicurezze, da noi stessi.

In realtà, vivere l’esperienza della coppia dovrebbe arricchire entrambi, nutrirsi di fiducia e libertà e non diventare una prigione in cui si subisce i pesi irrisolti di chi ci sta accanto.

Ho apprezzato molto che l’autore abbia trattato temi come la crisi di coppia, il narcisismo del partner, la dipendenza affettiva e il tradimento… mi rendo conto che nessuno di noi vorrebbe fare simili esperienze ma, essere consapevoli delle dinamiche che comportano e delle conseguenze che possono avere tali atteggiamenti, diventa uno strumento utile per poter sostenere chi ci sta vicino e per poter consigliare di rivolgersi ad un professionista come lo psicologo.

Naturalmente, per me che vivo una relazione di coppia, il libro è stato uno strumento prezioso di autoanalisi e per guardare alla mia relazione con il mio sposo: Roberto. Nessuna relazione è perfetta ma, avere qualche consiglio mirato per migliorare il nostro rapporto, credo sia prezioso e da tenere sempre accanto.

Tra tutti gli argomenti che Alessandro Crescenzio ha trattato, personalmente, ho gioito molto del capitolo dedicato all’amore per noi stessi… quanto poco se ne parla e quanto c’è bisogno di fare chiarezza su questo punto! Il tempo dedicato a noi stessi: al nostro dialogo interiore, alla cura psicofisica del nostro essere, alla formazione e all’acquisire un atteggiamento resiliente e di fondamentale importanza per poter vivere un rapporto di coppia sereno, indipendente e fondato sulla fiducia reciproca. La cura di noi stessi è fondamentale anche alla fine di una relazione, quando dobbiamo riprendere in mano la nostra vita e ricominciare da noi…

Volutamente, non cito parti o frasi del libro per non sciuparne la profondità. Alessandro Crescenzio ha saputo riempire di senso ogni parola che ha scritto e lo ha fatto sempre contestualizzando i concetti e supportandoli con preziosi riferimenti bibliografici. Se volete un parere sincero, leggete il libro, credo che come me, non resterete delusi… Consigliatissimo a tutti!

Roberta Salis

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina