Timbuctù

Autore: Paul Auster

Traduttore: Massimo Bocchiola

Edito da Einaudi

Pubblicato nel gennaio del 2015

Pag. 151

 

 

DESCRIZIONE DEL LIBRO

Abituati a viaggiare insieme sulle strade americane, Willy, poeta giramondo, e Mr Bones, cane dalla spiccata intelligenza, vengono separati dai freddi giochi del destino. Mr Bones dovrà imparare a cavarsela da solo e a difendersi anche da chi sembrerà volerlo aiutare. Così continuerà a fuggire, finché in lui si farà strada la convinzione di poter raggiungere Willy a Timbuctù, terra favolosa dove uomini e cani parlano la stessa lingua e conversano da pari a pari. Che cosa sia davvero Timbuctù, Mr Bones non lo sa, a parte qualche frase sibillina buttata lì da Willy nei suoi discorsi di poeta maledetto e infaticabile clochard. Eppure è proprio in quel luogo che un brutto giorno il poeta se n’è andato lasciando solo il fedele quadrupede.

 

 

RECENSIONE

Carissimǝ Amanti dei libri,

questo è il primo libro di Paul Auster che leggo e di cui scrivo la mia opinione librosa. Oggi vi parlo di “Timbuctù” edito da Einaudi.

Il romanzo è breve ed è tenerissimo, il suo protagonista è un cane, Mr Bones.

Mr Bones ci narra la sua vita a partire da un momento molto triste che segnerà per lui una svolta radicale, perché nella vita ci sono sempre dei punti di rottura da cui si è costretti a ripartire: il suo padrone, un senzatetto di nome Willy G. Christmas, sta vivendo i suoi ultimi giorni di vita e non c’è modo di fermare questo brutto scherzo del destino.Destino crudele.

Tutto è come se fosse già scritto e non resta che attendere con quell’ansia che divora, con la certezza di quel momento che si vorrebbe non arrivasse mai.

Quella maledetta tosse era sempre più forte e più aumentava più spegneva le forze del suo padrone!

Il romanzo inizia a Baltimora, ultimo luogo in cui starà insieme al suo amato padrone.

All’interno della narrazione troviamo numerosi flashback che ci raccontano della loro vita vissuta insieme, poi, dopo la morte di Willy resterà solo Mr Bones che disperatamente cerca il luogo dove potrà ricongiungersi con il suo padrone, un luogo dove i cani e gli uomini possano comunicare senza barriere: Timbuctù.

Un legame che non si spezza con la morte.

Mr. Bones ha 7 anni e la sua intelligenza ruba il cuore.

Attraverso i suoi racconti e i suoi ragionamenti si ha la certezza che molte volte gli animali siano meglio di tante persone, la sua sensibilità disarma, la sua delicatezza è una carezza sul cuore. Leggere la vita attraverso le parole di Mr. Bones fa pensare che esistano animali che siano poco meno degli angeli e con un approccio così delicato da farli apparire straordinari!

Tutto ciò che questo cane narra lo ha imparato dal rapporto con il suo padrone Willy.

Quella sensibilità fuori dal comune che lo caratterizza la esercita con chiunque si approccerà anche dopo la morte del padrone. In lui non c’è giudizio, non c’è inganno o vendetta nemmeno quando verrà scacciato malamente…

Dovrà imparare a vivere, a difendersi e a stare al mondo da solo…

Dovrà imparare a lasciare che il tempo passi se vuole raggiungere il suo padrone, perché questa è la sua certezza: si ritroveranno a Timbuctù e lì parleranno la stessa lingua, staranno di nuovo insieme.

Poche pagine, tanto cuore.

Ci si affeziona subito a Mr. Bones e se nella propria vita si conosce quanto amore possa dare un animale scapperà qualche lacrima davanti alla tenerezza e alla fedeltà di questo essere a quattro zampe che sa essere davvero umano, molto più di noi.

Non posso raccontare molto perché non voglio rischierare di spoilerare passaggi chiave.

Il libro è composto solo da 151 pagine, il tempo di una serata in relax,

il tempo di un temporale che passa,

il tempo di lasciare che vi si riscaldi il cuore.

Se quando guardate un cane pensate: “È solo un cane…”

con Mr. Bones cambierete idea.

L’amore reciproco tra una persona e un animale non si può spiegare,

vi auguro di viverlo o di provare ad immaginarlo attraverso queste pagine e la delicatezza di questo cane.

Lui che nonostante tutto e per tutta la sua vita porta nel cuore il desiderio di rincontrare il suo padrone!

Molto carino, un libro coccola per me!

Roberta Salis

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina