Eichmann

Carissimi Amanti dei libri,

ci sono personaggi di cui è sempre difficile parlare, soprattutto se si sono comportati come mostri nei confronti di altri esseri umani!

Oggi, con il nuovo numero de “I volti del male” conosciamo uno degli uomini più pericolosi e, a parer mio, senza coscienza che siano esistiti. Parliamo, infatti, di Adolf Eichmann un uomo senza scrupoli, un criminale tedesco vissuto nella Germania nazista e responsabile dello sterminio degli ebrei… un uomo che ha mandato a morire milioni di persone senza mai provare un briciolo di empatia.

Non posso non citare la frase che fa capire chi sia Eichmann: «Salterò nella mia tomba ridendo, perché la sensazione di avere sulla coscienza cinque milioni di esseri umani è per me fonte di straordinaria soddisfazione».

Dopo aver letto le parole di Eichmann penso sia più chiaro il perché delle sue azioni criminali che hanno portato all’emigrazione forzata di milioni di ebrei verso i campi di concentramento in vista della soluzione finale che ne prevedeva la cancellazione dall’umanità. Fu proprio lui uno dei principali esecutori della Shoah, aveva ben chiaro cosa stava facendo… e non se ne pentì. Anzi, si sentiva orgoglioso che il suo nome comparisse tra gli artefici delle atrocità che venivano commesse nei campi di sterminio e ben sapeva il numero di di coloro che mandava a morire perché era lui a tenere il registro dei conti di coloro che dovevano essere uccisi ogni giorno, che dovevano arrivare ad Auschwitz e no, non perdeva il conto…

La sua fuga in Argentina fu inutile e una volta catturato fu processato in Israele e condannato a morte con la colpa di crimini contro l’umanità, contro il popolo ebraico e colpevole di crimini di guerra.

Era uno psicopatico, ma l’avevate già capito? Vero?

Non credo esistano parole per un uomo che non si pente di ciò che ha fatto, che non ha capito la gravità dei suoi atti, che ha distrutto milioni di vite come un pugno di insetti… forse ci sono uomini che nascono senza cuore, non saprei in che altro modo trovare luce nel tunnel scavato dalla malvagità di quest’uomo!

Roberta Salis

 

 

Condividi sui social

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina